3 Uomini in famiglia

1 Marito +

2 Figli maschi =

6 palle…

Le mie…

Non che io abbia nulla nei confronti degli uomini che negli anni mi hanno anche regalato un sacco di gioie, ma c’è una cosa che proprio non sanno gestire, la sofferenza fisica. Minima, impercettibile, sciocca, si trasforma immediatamente in un dramma di proporzioni cosmiche. Una leggera febbriciattola, un pò di gastrite, un’influenza intestinale o anche solo uno strappo muscolare è per loro presagio di morte certa.

Smettono di deambulare, non sono in grado di sbucciarsi una mela o di prendere un bicchier d’acqua, la minzione diventa uno sforzo degno di nota, il sol respirare li stanca, smettono di vivere ed iniziano a rompere i coglioni come se non ci fosse un domani.

Ma il domani arriva inesorabile, e loro ancora buttati sul divano alzano leggermente una mano indicando un punto lontano, tu ti guardi intorno in cerca del Sacro Graal, il maschio con un filo di voce strozzato dalla sofferenza sussurra “il telecomando” lasciando ricadere la testa da un lato ed ansimando come se stesse esalando l’ultimo respiro.

Il problema è che crescendo, invecchiando, diventando adulti, tutto ciò non migliora, aumenta esponenzialmente. Per ogni anno in più diminuisce la soglia di febbre tollerabile, se da bambini con la febbre a 40 saltano sui mobili, a 40 anni con la febbre a 36.9 scrivono il testamento. Testamento che dovremmo scrivere noi, che dietro a loro ci esauriamo, la gastrite ci arriva come una tempesta a ciel sereno e si trasforma in ulcera perforante, la febbre raggiunge i 42, il cervello va in ebollizione, la salivazione si azzera insieme a quell’ultimo barlume di pazienza e tollerabilità che si esauriscono come le pile del discount.

Io non dico che non soffriate, che non stiate effettivamente male, o che veramente non temiate di morire, ma voglio svelarvi un segreto. La morte non vi porterà via, non quando siete in queste condizioni perchè non potrebbe sopportarvi, darebbe le dimissioni, tornerebbe a spaventare i bambini piuttosto che sentire i vostri lamenti mentre guardate “Uomini e donne” perchè si sa, il pomeriggio in tv non c’è mai niente (ed anche questo è fonte di lagnanza e piagnucolio) . Abbiate fiducia. Sopravviverete all’influenza, ai dolori muscolo scheletrici, ai mal di pancia. Sopravviverete anche a noi che dobbiamo sopportarvi.

Fateci la grazia, siate il “sesso forte” non solo sui libri di E. L. James.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...